mercoledì 12 novembre 2008

Elogio del Brodo

L'altro giorno la zia di una cara amica ci raccontava che sua nonna si raccomandava spesso con le figlie appena sposate affinchè si ricordassero di preparare sempre una bella pentola di brodo.

''Il brodo è una base indispensabile, deve essercene sempre di pronto''.

Mi sembra una buona e sana abitudine che sarebbe conveniente rispolverare anche a i giorni nostri: fare ogni tanto del brodo, usando anche i rimasugli di verdure che altrimenti appassirebbero, e conservarlo in frigo (dura una settimana) è davvero un'ottima soluzione.

Le verdure cotte, i risotti, le minestre, i brasati sono molto più buoni preparati col brodo 'vero', vegetale o di carne, piuttosto che con quello di dado.

...E una tazza di brodo bollente, all'occorrenza, rincuora e rinvigorisce!


Fotografia e tanto altro qui http://www.altissimoceto.it/2008/02/08/una-giornata-con-sergio-mei-table-du-chef-al-teatro-dellhotel-four-seasons-milano/

17 commenti:

tarta ha detto...

sono d'accordo con te
con questo tempo è cosi gratificante
da bambina appena fatto ne bevevo subito una tazza

Pam ha detto...

Idem come la tarta fatto dalla nonna e sai che bontà ^_^!

Barbara ha detto...

Brava!
E' bellissimo portare avanti le tradizioni e in questo caso anche particolarmente sano e utile!

Un abbraccio
Barbara

Camilla Fedrigotti Curti ha detto...

sìììì, anch'io voglio una tazza di brodo caldo! Qui a Bologna ci sono 13 gradi e piove da tre giorni....mi ricordo quando in montagna lo mangiavo sempre molto volentieri, con un po' di pastina....un caro saluto, Camilla

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Condivido in pieno i consigli, anzi posterò nei prossimi giorni un "signor" brodo! :-))) Buona serata

pinta ha detto...

il brodo "vero", che meraviglia!
...

marina ha detto...

d'inverno amo molto preparare un buon brodo di carne, specialmente la domenica (quando ho più tempo!!)e devo dire che a casa è sempre molto apprezzato specialmente se servito con dei tortellini possibilmente fatti in casa e una salsa verde che accompagni la carne ....dite che siano un po' viziati??

Claudia, Paola e Livia ha detto...

Che delizia...io conservo quello fatto col bollito, poi il giorno dopo un bel risottino ai fughi...che fame...!!! Ciao un bacione
Paola

*Maristella* ha detto...

Bonjour Cristina...ti ringrazio tantissimo per le gentili parole...e mi fa molto piacere che tu mi abbia linkata...lo faccio subito anch'io!!! Un abbraccio ed a presto, *Maristella*.
http://maristellablog.splinder.com/

Manuela ha detto...

come non darti ragione, me lo ripete sempre anche mia nonna !
Manuela

Nefertari ha detto...

Hai assolutamente ragione. In casa mia l'addetto alla cucina è mio marito e lui sostiene che bisogna sempre avere una pentola di brodo pronto per ogni evenienza in frigorifero...e in questi giorni che sto trascorrendo in casa, a causa di una noiosa influenza, è stato una manna.
Ciao!
Mariagrazia

marypoppins ha detto...

brodo caldo, per le nostre nonne indispensabile, la sera per cena!
oggi indispensabile in cucina!
Poi quando fa freddo un buon brodo caldo!! io oserei anche due tortellini!
buona serata
Mary

chiara ha detto...

io ADORO brodi e minestre!!
hai proprio ragione comunque!

Artemisia Comina ha detto...

il brodo caldo nella nostra cultura ha la stessa funzione che per Agata (Christie) ha una bella tazza di tè nero bollente: ottimo subito dopo ever scoperto un delitto, o più in generale quando si ha bisogno di conforto :)

mida.f3 ha detto...

Come è vero, quando ero ragazza e giovane moglie il brodo e il minestrone erano cose che neppure pensavo di preparare... ora l'età che avanza me li fa apprezzare. Io il brodo lo preparo 1 volta la settimana e con questa umidità è un toccasana.
Un abbraccio, Milena

papavero di campo ha detto...

come non sottoscrivere un intento tanto saggio?!
di più! la vera maestria in cucina dipende da quel brodo lì sempre pronto sempre utile!

marisgutta ha detto...

Quanto mi piacciono le coincidenze.....sta giusto bollendo da tre ore circa, il brodo.
Ieri ho fatto dei ravioli di ricotta (quella che era rimasta dopo aver preparato la torta...)m'è rimasta della pasta....ho tagliato delle tagliatelline sottili sottili....e oggi il brodo per tuffargliele dentro....
E domani? risotto.